Patek Philippe, delizia della tecnica

Una delle più contemporanee e suggestive complicazioni meccaniche, quella del calendario annuale, viene oggi affiancata al cronografo con dispositivo di ruota a colonne e di flyback in un  nuovo modello di Patek Philippe, per l’occasione realizzato con cassa in platino e quadrante di un bel blu intenso. Il calendario annuale, che indica anche la settimana e il mese, è in grado di riconoscere automaticamente la data del 30 o del 31 del mese, limitando le regolazioni manuali al solo passaggio verso il 1° marzo.

Ma concentriamoci sulle caratteristiche del nuovo e bellissimo Patek Philippe: cassa in platino di forma circolare, fondo con oblò in vetro zaffiro a vista sul movimento; quadrante blu in due tonalità, lancette a foglia, indici a bastone; movimento meccanico a carica automatica, 456 componenti, 40 rubini, 55 ore di riserva di marcia, 28.800 alternanze orarie e funzioni quali ore, minuti, piccoli secondi, 24 ore, cronografo flyback, indicazione della riserva di marcia, calendario annuale.

Ricordiamo la prestigiosissima storia di Patek Philippe: l’orologio da polso fu inventato alla fine del XIX secolo proprio da Patek Philippe, ma inizialmente fu considerato un accessorio esclusivamente femminile. Tra gli uomini era comunemente usato l’orologio da tasca.

Fu solo agli albori del XX secolo, quando l’inventore brasiliano Alberto Santos-Dumont, avendo difficoltà a leggere l’ora a bordo dell’aereo, chiese al suo amico Louis Cartier un orologio più pratico. Ecco un orologio da polso con cinturino in cuoio di cui Dumont non fece più a meno. Quando Cartier divenne popolare a Parigi, iniziò così a vendere questi orologi anche alla clientela maschile.

Durante la prima guerra mondiale gli ufficiali di tutti gli eserciti scoprirono che in battaglia era più comodo dare uno sguardo al polso piuttosto che estrarre l’orologio dalla tasca. Bisogna ricordare che gli uomini schierati in prima linea, provenivano dalle classi sociali meno abbienti e non potevano permettersi orologi personali.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Post Navigation