Category Archives: Rolex

ROLEX: dalle pubblicità storiche ad oggi

Rolex AdvLa celebre casa di orologi di lusso svizzera Rolex nata nel 1905 racconta nel volume “viaggio nelle pubblicità storiche” oltre sessant’anni di storia di comunicazione. Un volume prestigiosissimo e di grande interesse non solo per gli appassionati della storica maison, ma anche per gli esperti di marketing e per chi si interessa di comunicazione pubblicitaria.

Continue Reading

Al via la Giraglia Rolex Cup

Parliamo del’edizione 2013 della Giraglia Rolex Cup che  partirà da Sanremo il prossimo venerdì 14 giugno con la partenza della regata notturna Sanremo-St.Tropez e continuerà proprio a St. Tropez con le regate di domenica 16 a martedì 18 giugno. Mercoledì 19 giugno partirà quindi la prova d’altura, lunga 243 miglia, sul percorso St.Tropez -Giraglia-Genova.

La premiazione finale della Giraglia Rolex Cup si svolgerà, in funzione degli arrivi, la sera di venerdì 21 giugno o il mattino di sabato 22 giugno allo Yacht Club Italiano. La Giraglia Rolex Cup è aperta a tutte le imbarcazioni stazzate IRC – ORC/ORC Club con una lunghezza superiore a 9,14 metri suddivise nei seguenti Gruppi:

La Giraglia Rolex Cup è valida per l’assegnazione ai Mini Maxi del Trofeo d’Altura del Mediterraneo, che si disputa sulle regate lunghe delle seguenti manifestazioni: Regata dei Tre Golfi (svoltasi a Napoli dal 23 al 26 maggio), Regata Palermo – Montecarlo (Palermo – Montecarlo 18 agosto) e Rolex Middle Sea Race (Valletta – Valletta 19 – 26 ottobre). La Giraglia Rolex Cup è inoltre una prova valida del Campionato Italiano Offshore e del Championnat Méditerranée IRC UNCL.

Ora facciamo un piccolo “salto nella storia” della regata: la competizione nasce nel 1952 grazie alla figura di Beppe Croce, Presidente dello Yacht Club Italiano e di René Levainville, Presidente dello Yacht Club de France. La prima edizione, a cui parteciparono 22 barche, fu disputata nel luglio del ’53 sul percorso Cannes – Giraglia – Sanremo. L’evento si divideva in questa maniera: un anno le barche partivano da Cannes per arrivare a Sanremo, l’anno seguente prendevano il via dall’Italia per arrivare in Francia. Nel corso degli anni il porto di partenza o di arrivo in Francia è mutato, anche se la lunghezza in miglia del tragitto non è mai cambiata.

Per quanto riguarda la partnership con il marchio Rolex, bisogna ricordare che è dal 1997 che la Giraglia ha trovato un partner ufficiale nella casa di orologi e ha avuto un tale impulso da diventare una delle più seguite, affollate e divertenti regate del Mediterraneo.

Rolex Cosmograph Daytona, eleganza infinita

Parliamo del fantastico e leggendario orologio Rolex Cosmograph Daytona. Il prodotto viene ora presentato dalla prestigiosa casa produttrice per la prima volta interamente in platino 950, il massimo in materia di metalli preziosi. L’orologio esclusivo è dotato di lunetta Cerachrom monoblocco di colore marrone e di quadrante blu ghiaccio.

Grazie alla scala tachimetrica incisa è possibile misurare la velocità media fino a 400 chilometri orari. Ma la vera “perla” tra i vari materiali con cui è costrurito l’orologio è la cassa Oyster di 40 mm, impermeabile fino a 100 metri, robusta e di un’eleganza sopraffina. Splendida anche la carrure, in un blocco di platino 950.

Bisogna anche dire che questo orologio, come tutti i movimenti Perpetual della maison, è certificato cronometro svizzero. Si tratta di un prestigioso titolo riservato agli orologi di precisione massima che hanno superato con successo i test del COSC (Contrôle Officiel Suisse des Chronomètres).

Neanche a dirlo, l’immensa qualità di fabbricazione gli conferiscono un’affidabilità con pochi eguali al mondo. L’organo regolatore, inoltre, è dotato di spirale Parachrom blu, brevettata e prodotta da Rolex in una lega esclusiva.

Rolex e cinema, una storia su celluloide

Neanche a dirlo gli orologi Rolex hanno rappresentato prestigio ed eleganza anche nel mondo del cinema. Il rapporto tra l’azienda svizzera e la celluloide è stato fruttuoso e importante. Quale orologio, in effetti, più di un Rolex può segnare lo scorrere del tempo nella scena di  film?

Ma quali sono i film più memorabili dove ha “recitato” un ruolo anche Rolex? Ci ricordiamo un agente 007 intepretato da Roger Moore con al polso il modello Submariner, nel famosissimo “Vivi e lascia Morire”. Stesso modello anche Robert Redford in “Tutti gli uomini del Presidente” e per Nicholas Cage ne “Il Mistero dei Templari” e Bill Paxton in “Titanic”.

Come non ricordare la splendida interpretazione di Tom Cruise nel film che è passato alla storia per bellezza, “Rain Man”, dove l’attore recitò con indosso un modello Day-Date. E la lista di Rolex “stampati” sulla celluloide è ancora lunga: un GMT Master su Peter Fonda, nelle riprese di “Easy Rider”, modello che fu ripreso nella sua seconda versione da  Tom Selleck  nella serie televisiva “Magnum P.I.”.

Anche il Rolex Daytona è comparso diverse volte sul grande schermo: Nicholas Cage lo porta al polso in “Via da Las Vegas” e Paul Newman in “Indianapolis Pista Infernmale”. Ma c’è anche chi ha sfruttato la celebrità del famoso orologio svizzero anche in versione non originale.

Equitazione, Nicholson vince il Rolex Kentucky

Grandissime emozioni per questa edizione 2013 del  Rolex Kentucky Three Day Event. Si è, infatti, assistito a una sfida all’ultimo sangue tra due grandi atleti di caratura internazionale. Stiamo parlando di Fox-Pitt e del neozelandese Nicholson. E’ stato l’uomo proveniente dalla terra definita “down-under” (Neozelanda), ad aggiudicarsi in sella a Quimbo il trofeo. Il giovane ha quindi conquistato il Rolex Grand Slam of Eventing, si tratta di un premio pensato per il cavaliere che riesce a vincere di fila le classiche Kentucky,  Badminton  eBurghley.

Dal momento che era stata cancellata per maltempo, lo scorso anno, la CCI di Badminton, Fox-Pitt vincendo questa edizione del CCI del Kentucky avrebbe “infilato”  tre vittorie consecutive che si era già aggiudicato Burghley nella passata stagione. Nicholson era secondo dopo la prova di dressage, alle spalle di William Fox-Pitt con Chilli Morning. Bisogna dire che il neozelandese ha potuto avvantaggiarsi del ritiro in cross dell’avversario per potergli strappare la leadership della classifica. Grande tonicità fisica e disciplina anche per il cavallo di Nicholson,  Quimbo, che ha  mantenuto insieme al cavaliereil primo posto con un percorso di salto a dir poco perfetto, seppur collezionando ben tre penalità sul tempo che non hanno comunque  compromesso il risultato globale.

Onore anche a Fox-Pitt, che ha terminato la gara con un secondo posto ottenuto con Seacookie (e la memoria di molti va al leggendario Seabiscuit) che ha scavalcato il secondo cavallo di Nicholson, Calico Joe. Quest’ultimo, Calico, si è presentato nervoso e non molto affidabile e ha collezionato tre errori gravi perdendo una posizione: dal secondo al terzo posto.

Il fascino degli orologi vintage

La parola “Vintage” è un attributo che indica un oggetto che è stato prodotto almeno vent’anni prima del momento attuale.

Molti oggetti che vengono definiti Vintage sono considerati oggetti di culto per svariate ragioni tra le quali l’unicità e la qualità dei materiali, oltre che per un fattore di moda, che negli ultimi anni vuole rievocare il fascino di tempi passati.

Collezionare orologi è una passione molto particolare, per niente usuale, che alla fine è condivisa davvero da poche persone.

Detto questo, bisogna anche avere cura degli orologi che si scelgono, perché, si sa, ogni orologio ha la sua personalità, che viene riflessa direttamente a chi lo indossa.

Sempre più spesso, molti appassionati decidono di ricercare dei pezzi unici, di collezioni appartenenti ad anni passati, che richiamano alla memoria e agli occhi il fascino di quel tempo: gli orologi vintage. Continue Reading

E in fondo il Rolex è come un ottimo vino

Lo stile, si sa, passa anche dalle piccole cose. E’ un modo di essere o più semplicemente uno stato d’animo che si esplica e si esprime anche con le cose che compriamo e i vestiti che indossiamo.

Lo stile, il nostro gusto, la nostra storia, il nostro passato, sono trasmesse dalla nostra persona nel suo intero. Col tempo però ci sono state delle cose, degli oggetti, nella fattispecie degli accessori, che si sono affermati come status symbol, conferendo, a chi li possedeva, una notevole dose di carisma e fascino che, altrimenti, non avrebbe mai avuto.

Tra questi accessori vi sono ovviamente gli orologi, in particolar modo gli orologi di lusso. E come non menzionare il famigerato Rolex come il leader di mercato in questo senso? Infatti, non si può. Da anni la casa svizzera detiene il ruolo di vincitore assoluto del mercato degli orologi di lusso, in quanto sono anni che sforna in continuazione modelli d’orologi curati nei minimi dettagli, raffinati, fatti con materiali resistenti e preziosi; sono spesso d’oro e a coronare il quadrante, già prezioso di suo, vi sono spesso dei brillanti e delle inserzioni in oro di colore diverso.

Ogni dettaglio è curato al massimo, e non sfugge nulla. Mai. Ogni modello poi viene differenziato, nel corso degli anni, in più varianti, in modo tale da rendere quell’orologio inimitabile nel corso del tempo e di conferirgli quella sorta di stagionatura propia dei migliori vini che, in genere, sono legate a degli anni specifici per via delle vendemmie. Anche per i Rolex è un po’ così: ogni collezione è un po’ come un’annata, legata cioè a quell’attimo preciso in cui è stato prodotto e destinato a essere, come un Sassicaia, dell’anno 1955 o, piuttosto, della collezione del 2000.

Geniali questi tipi di Rolex, che legano il loro prodotto a al miglior vino, ai sapori più tradizionali, quelli che sa apprezzare solo chi ama godersi la vita e, evidentemente, che può permettersi di godersela. Ma del resto cosa cambia se si sceglie di godersi la vita con un buon vino o con un bel Rolex? Forse nulla, perchè in fondo il Rolex è un po’ come un vino, costa solo un po’ di più, ma ne vale assolutamente la pena.